EnglishItalianFrenchGermanSpanish

La torta nuziale: come e quando servirla

Il taglio della torta è probabilmente uno dei momenti più romantici di un matrimonio. La torta con gli sposi attorno in un attimo crea una sceneggiatura che deve essere perfetta.
L’usanza nasce nelle corti aristocratiche francesi e da subito vede protagonista una torta dall’aspetto scenografico, in Europa infatti arriva subito dopo lo sbarco dello zucchero. Veniva inizialmente preparata dai pasticceri di corte, successivamente le casate borghesi iniziarono ad affidare il compito ad artisti pasticceri.

Viene introdotta per ricordare in un certo modo il gesto cristiano di spezzare il pane ed offrirlo a tutti i commensali.
Questa usanza, quindi, non è molto cambiata nel tempo, i pasticceri odierni insieme agli sposi si possono sbizzarrire per scegliere forme e colori desiderati.

Le tipologie principali sono:
Torta nuziale a piani: è molto scenografica e solitamente viene realizzata con pan di spagna a piani, crema o cioccolato e una copertura di panna.
Americana: è come la torta nuziale a piani, ma è ricoperta di pasta di mandorle, che può essere modellata in molteplici modi e forme.
Anglosassone: è la versione a piani, cilindri posizionati uno sopra all’altro a scalare, decorata da nastri, fiori e punti luce.

Se il dolce è a piani, ma senza struttura, viene denominata a cappelliera.
Ad un piano: è la più classica, in cui il pasticcere avrà una superficie più ampia per sfogare la sua creatività nelle decorazioni.
Naked Cake: è la moda degli ultimi anni, sta a significare “torta nuda”, composta da più piani, ma senza alcuna copertura, in modo che si intraveda il pan di spagna e poi decorata con frutti di bosco e/o fiori.

Fatevi un’idea molto precisa della torta che desiderate e accordate ogni minimo dettaglio con il pasticcere in persona, per evitare spiacevoli sorprese e non rischiare di rovinare il momento più atteso del ricevimento.

Per l’ingresso in sala della torta, serviranno almeno un paio di camerieri, che la porteranno a mano o con l’aiuto di un carrellino, in base alle dimensioni. La posizioneranno su un tavolino apposito, in un punto strategico in cui tutti gli invitati possano avere una buona visione. E’ spesso accompagnata da musica, o dalla lettura di frasi d’amore o addirittura da fuochi d’artificio.

In questo momento così importante, nulla va lasciato al caso, pertanto diamo un’occhiata a ciò che prevede il galateo.

La sposa appoggia la sua mano su quella dello sposo e insieme tagliano la prima fetta e la assaggiano. La seconda fetta va data dalla sposa alla suocera e in seguito, in ordine, alla mamma, al suocero, al padre e ai testimoni. I camerieri provvederanno poi a distribuire le fette a tutti i rimanenti invitati.

Alcune coppie scelgono di seguire un’antica tradizione che prevede di tenere una o più fette di torta nuziale, congelarla e mangiarla in occasione del battesimo del primo figlio, che solitamente avveniva un anno dopo.

Se sono state posizionate le classiche statuine degli sposi, che oggi hanno le forme più originali e divertenti, è un gesto carino conservarle per mantenere il ricordo.
Come unico obbligo per gli invitati, è vietato lasciare il ricevimento prima del taglio della torta, salvo motivazioni urgenti.

Oggi questo rito non è più la fine della festa, ma anzi dà inizio alla parte più “rilassata” di essa, il momento in cui cioè si inizia a ballare e fare i classici scherzi, buon divertimento!

This website stores some user agent data. These data are used to provide a more personalized experience and to track your whereabouts around our website in compliance with the European General Data Protection Regulation. If you decide to opt-out of any future tracking, a cookie will be set up in your browser to remember this choice for one year. I Agree, Deny
608