EnglishItalianFrenchGermanSpanish

Tutto quello che c’è da sapere su partecipazioni e inviti di nozze

La partecipazione di nozze è l’anteprima del tuo matrimonio. Tutto ciò che anticipa lo stile che si è scelto e perciò va pensato nei minimi dettagli come per tutto il resto.
Partecipazioni e inviti di nozze sono due cose diverse. Sono fatti per annunciare il tuo matrimonio a parenti ed amici: la partecipazione sarà inviata a coloro che desideriamo partecipino solamente alla cerimonia, l’invito andrà spedito agli invitati che parteciperanno sia alla celebrazione che al ricevimento.

Quando alla partecipazione si vuole aggiungere l’invito al ricevimento, quindi, solitamente si inserisce un biglietto di dimensioni più piccole all’interno della busta, con le indicazioni circa il luogo dei festeggiamenti.
E’ bene coinvolgere le famiglie di origine dei due sposi, per valutare la lista degli invitati. Una volta elaborata quest’ultima, è necessario scegliere e confermare i luoghi della celebrazione e del ricevimento. Solo allora potrai pensare e spedire le partecipazioni.

Ma quando vanno spedite? Considerando l’importanza dell’evento, prima vengono spedite, meglio è. Se puoi, inviale circa 3 mesi prima del lieto evento e in ogni caso assicurati che vengano recapitate almeno un mese prima. E’ opportuno consegnarle a mano quando è possibile, o spedirle per posta.

Lo stile delle partecipazioni non va lasciato al caso: dovrebbe preferibilmente coordinarsi con quello di tutto il matrimonio. Molto classico o più originale, ad esempio.
Andrebbe accordato con tutto ciò che va stampato, quindi i biglietti di ringraziamento, il tableau mariage, il menù, i segnaposto, i libretti della messa. L’accuratezza verso questi dettagli non passerà inosservata ai vostri ospiti.

Qualunque sia lo stile scelto, le cose indispensabili da scrivere nelle partecipazioni sono:

Nome e cognome degli sposi, in ordine andrà scritto prima quello dello sposo
Data e ora della cerimonia
Luogo della cerimonia

E se si aggiunge anche il biglietto per l’invito al ricevimento:
Luogo del ricevimento

E’ bene aggiungere un “R.S.V.P.”, o un “è gradita conferma”, per avere la certezza del numero di invitati da confermare al ristorante

Se hai piacere, puoi aggiungere dettagli come l’indirizzo dello sposo, della sposa, della futura abitazione, il telefono o un indirizzo e-mail per contattarvi, una mappa per i luoghi di celebrazione e ricevimento eccetera.
Si potrà scegliere l’annuncio classico o creare una frase che rispecchi il vostro stile, se più informale o originale. Negli ultimi anni si è visto utilizzare anche i video-inviti, in cui gli sposi invitano parenti e amici al loro matrimonio realizzando un piccolo e divertente video.

Se ami la tecnologia, puoi anche abbinare al tuo matrimonio un mini-sito internet in cui racconti tutto di voi, della vostra festa e del vostro viaggio di nozze!

Solitamente le partecipazioni sono fatte stampare da una tipografia, o da un negozio di bomboniere che si occupi anche di questo, in cui possono suggerirvi la dicitura da utilizzare. Ma nulla vieta di realizzare homemade il tutto, prendendo spunto dal web.

In linea di massima, è fondamentale scegliere un carattere chiaro e comprensibile, possibilmente che si avvicini alla calligrafia
vera e propria. E’ possibile aggiungere qualche decoro, immagine o foto, senza esagerare.
Il colore del cartoncino ottimale è bianco, avorio, o pastello molto chiaro, le scritte in nero, grigio o seppia. Il cartoncino va bene liscio o leggermente rigato, doppio o semplice.

Le buste invece, secondo il galateo, andrebbero scritte a mano, con una bella calligrafia, cercando magari l’aiuto di un amico o di un parente vicino. Utilizza un inchiostro di colore scuro, meglio se da penna stilografica.Evita di specificare i titoli accademici, sono concessi i titoli nobiliari, se appurati e quelli dei militari graduati in carriera.

Le formule per la scrittura dei destinatari sono:
Gentilissimo Signor Mario Rossi – per una sola persona;
Gentilissimi Signori Mario e Carla Rossi – per una coppia sposata;
Gentilissimi Mario Rossi e Carla Bianchi – per una coppia di fidanzati;
Gentilissimi Mario Rossi e Signora o Gentilissimi Signori Rossi – se non si conosce il nome della moglie;
Gentilissima Famiglia Rossi – per tutta la famiglia, che quindi è legittimata a sentirsi invitata in tutti i suoi componenti. Spedisci due inviti differenti se vuoi invitare invece alcuni componenti solo alla celebrazione e altri anche al ricevimento.
Evita di inoltrare un invito solo dopo aver ricevuto un regalo di nozze; è imbarazzante, ma ringrazia senza fare brutte figure.

Come ultimo aspetto: chi dovrebbe poi pensare all’aspetto economico? Secondo il galateo tocca alla famiglia della sposa.

 Leggi qui a chi spettano le spese del matrimonio